Zuppa Inglese

By | 18 aprile 2006

Della zuppa inglese ne esistono diverse versioni. Io vi do la mia, personalissima. E’ una tradizione di famiglia, fatta sperimentare a numerose “cavie”, e sempre con garanzia di successo. (Per chi fosse a dieta: evitare di continuare la lettura, perché è già sufficiente a prendere almeno un paio di chili)

INGREDIENTI:

CIAMBELLA ROMAGNOLA – 1 LITRO DI CREMA PASTICCERA  – CAFFE’ – ALCHERMES – NUTELLA

La ciambella romagnola è un dolce tipico e qua si trova in tutte le panetterie. Per chi non fosse delle mie parti, qui trovate eventualmente la ricetta: http://www.mitidiromagna.it/ciambella_romagnola.asp. Io evito il pan di spagna, che è troppo soffice. In alternativa alla ciambella romagnola, potete trovare qualcosa di equivalente, come consistenza (è molto compatta(

PROCEDIMENTO:

preparare la crema pasticcera: monto con le fruste 7 tuorli + 1 uovo intero, con 200 grammi di zucchero, fino a rendere il tutto una crema schiumosa. Poi aggiungo la farina, 120 grammi, e continuo a mescolare con le fruste. Infine aggiungo 1 litro di latte freddo, e amalgamo bene. Metto una scorza di limone e due stecche di vaniglia. Pongo sul fuoco a fiamma bassa, e continuo a girare, fino a che la crema si sarà rappresa. Di solito a me viene vellutata e profumata.

Mentre la crema si intiepidisce (continuare a girarla di tanto in tanto), preparo il caffè e affetto la ciambella (meglio se “vecchia” di qualche giorno, così si imbeve meno) a fettine non troppo sottili. Predispongo tutto il necessario sulla tavola: bottiglia di alchermes, barattolo di Nutella, bicchiere di caffè (zuccherato), pentola con la crema, e ciambella affettata.

Poi procedo in questo modo: in una pirofila metto un primo strato di crema (meglio se ancora tiepida), uno strato di fette di ciambella, che bagno con caffè e alchermes, con un cucchiaio, in modo che siano completamente colorate (attenzione a non imberle troppo, perché non devono “sciogliersi” ma solo ammorbidirsi”). Poi lascio cadere delle grosse gocce di Nutella, sparse qua e là. E procedo con un secondo strato di crema. Poi un ulteriore strato di ciambella, come sopra. Infine la crema. Di solito termino con qualche goccia di alchermes, sopra la crema, per dare un tocco di colore.

Quando sarà fredda va messa in frigo. Io vi consiglio di farla il giorno prima, perché quando si rapprende è ancora più buona e più saporita. Che dire… E’ una bomba di calorie, ma decisamente buona. :ehe:

[img]http://www.prezzemoloefinocchio.it/images/foto/zuppaingleseacqua.jpg[/img]

[img]http://www.prezzemoloefinocchio.it/images/foto/zuppaingleseacqua1.jpg[/img]

Lascia un commento