Cipolla fritta

By | 22 gennaio 2006

Taglio una cipolla ad anelli di 3-4 millimetri di spessore, li stacco bene l’uno dall’altro e li metto in una ciotola piena d’acqua, che sostituisco dopo un po’ (così perdono il sapore troppo acre).

Dopo almeno un’ora sgocciolo ed asciugo bene con degli scottex, metto in un sacchetto con un po’ di farina e scuoto bene, poi verso in uno scolapasta per eliminare la farina in eccesso.

Friggo in una larga padella di olio caldo (non proprio bollente altrimenti si bruciacchia), smuovendo spesso con due forchettoni di legno.

[img]http://www.prezzemoloefinocchio.it/images/foto/cipolla_fritta.jpg[/img]

Lascia un commento