Pasta alla crema di peperoni (creazione originale)

By | 30 giugno 2003

 

Procurarsi dei peperoni che abbiano sapore di peperoni. Rossi e gialli. Anche le proporzioni sono importanti: ogni due rossi, uno giallo. Attenersi strettamente a questa regola. ūüėÄ

Pulire i peperoni e tagliarli a listarelle. Io esprimo in questa operazione tutto il mio senso maniacale di perfezione. Che odio. Infatti, √® inutile perch√© poi dopo andr√† tutto frullato. Ma procediamo con ordine. Mi distraete, voi! ūüėÄ

Mettere a soffriggere in una pentola munita di coperchio (che userete poi), uno spicchio d’aglio tagliato in due (oppure schiacciato. Qui potete esprimere liberamente la vostra creativit√†) in un filino d’olio. Quando l’olio √® caldo, gettare con mossa secca e decisa i filetti di peperoni nel tegame e chiudere col coperchio.

Prendere un pomodoro, tagliarlo a pezzi, scoperchiare, e aggiungerlo con mossa fulminea, insieme ad una presa di sale. Richiudere attentamente e lasciar cuocere a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto, finché i peperoni non si saranno ammosciati.

Mettere nel frattempo l’acqua per la pasta. Abbondante, please. A bollitura, calarvi la pasta, rigorosamente bucata e liscia (penne, calamarata, ecc) ma molto porosa. Quindi, di marca opportuna.

Mettere i peperoni con il loro sugo di cottura in apposito contenitore, prendere il frullatore ad immersione e ridurre in crema. Rimettere nel tegame, assaggiare, aggiungere eventuale peperoncino, prezzemolo tritato e riaccendere il gas un minuto prima che la pasta sia molto al dente. Scolare non perfettamente e farla saltare nel tegame con la crema di peperoni.

Category: Senza categoria

Lascia un commento