Torta riciclona

By | 30 giugno 2003

Ingredienti per tante persone:
2 vasetti di yogurt (anche scaduti, l’importante è che aprendoli non puzzino di caprone, beh se poi voi mangiate yogurt di capra…)-
6 uova- 2 vasetti di farina di castagne- 4 di farina 00 ( se l’avete sostituite un vasetto con farina di kamut)- 2 vasetti di zucchero di canna- 2 vasetti di zucchero “integrale” di canna (di quello che si compra nei negozi del commercio equo e solidale o nei negozi di alimenti naturali)- 1 vasetto di olio ( ¾ di semi ¼ di oliva exv)-
frutta avanzo di frigorifero (2 mele , 2 pere, 2 banane)- ½ vasetto di succo d’arancia- 1 bustina di cremor tartaro ( nei negozi di alimenti naturali)


Si procede come per una normale torta di yogurt. Io faccio così.

In una zuppiera metto lo yogurt, poi aggiungo lo zucchero e mescolo; unisco la farina e continuo a mescolare. Uno alla volta metto le uova , non incorporando il successivo se il precedente non è ben mescolato. A questo punto unisco l’olio e il succo d’arancia, poi la varia frutta a dadini, infine il cremor tartaro. Metto in una teglia rettangolare (di acciaio), diciamo cm 30×40, inforno per 45/60 minuti.


Viene fuori una torta soffice, molto morbida ed un po’ umida per la frutta presente, ma nelle due occasioniin cui l’ho preparata e offerta a ospiti, quasi sconosciuti, ha avuto grandi apprezzamenti.

Essendo il suo nome indicativo della sua origine e volendo rimanere la sua caretteristica potete modificare tutto quello che volete (ad esempio i tipi di zucchero, di farina, di frutta) e se ancora sarà buona avrete ottenuto il risultato giusto: un’ottimo dolce con la minima spesa!!!

Lascia un commento