Stufatino di carne e cipolle

By | 30 giugno 2003

Dopo aver letto le proprietà benefiche delle cipolle nella rubrica “Una mela al giorno”, tagliatene sottilmente una quantità industriale e mettetela a stufare in un tegame, di qualsivoglia natura, lentamente con un po’ d’acqua.

Continuando ad aggiungere eventualmente poca acqua calda, far stufare le cipolle fino a spappolarle. A quel punto aggiungere della carne tagliata a tocchetti piuttosto piccoli. Vedrete e strabilierete: la carne, che voi avrete giudicato magrissima, tirerà comunque fuori del grasso. Poco, ci auguriamo, ma lo tirerà fuori.

Fatela rosolare (stando attenti a non bruciare le cipolle) e poi bagnatela col vino. Una volta che evapora l’alcool, non ha praticamente calorie. Ora aggiungete spezie a piacere… Aggiungete sale, paprika piccante e kummel. Poi del passato di pomodori. Fate cuocere su fiamma bassissima. Al posto della paprika, a volte uso harissa. Insomma, deve essere piccante.

Fate cuocere lentamente, a tegame coperto, più a lungo che potete.

Mangiatelo con uno o due pugni di riso pilaf o bollito, con una patata o con carote e broccoli e quello che vi viene in mente, cotti al microonde o al vapore o come vi pare.

Il contrasto di colori è invitante, il piatto pieno, il riso aiuta a raccogliere il sugo (evitando scarpette col pane) e le calorie sono minime.

Lascia un commento