Zenzero candito

By | 30 giugno 2003

Sbucciare lo zenzero (200 grammi circa) e tagliarlo a fettine di 1/2 centimetro di spessore. Mi sono accorto che è importante il verso in cui si taglia, seguire le nervature, ma spesso vado a caso, nel senso che vado a tatto, se fa resistenza cambio verso!

Mettere le fettine in un pentolino e coprirle di acqua fredda. Portare ad ebollizione e lasciar cuocere per 20 minuti a fuoco basso. Scolare e lasciare raffreddare.

Pesare lo zenzero bollito e metterlo in un pentolino con una pari quantità di zucchero. Unire 5 cucchiai di acqua e cuocere a fuoco bassissimo fino a farlo diventare trasparente (dice la ricetta). Io invece ho trovato che lasciarlo a macerare una notte insieme allo zucchero, a freddo, l’indomani si cuoce meglio.

Quando sono trasparenti, toglierle e scolare le fettine con una forchetta e metterle ad asciugare su una griglia.

Metterle in un sacchetto insieme a zucchero, scuotendole per farlo attaccare alla superficie.

Conservarlo (ma a noi dura poco!) in recipiente ben chiuso.


Ottimo come aperitivo.

Lascia un commento