La pizza di scarole

By | 30 giugno 2003

Per prima cosa, alcune precisazioni:

1) La versione nobile della pizza di scarole prevede l’uso della pasta frolla;

2) La versione popolare prevede l’uso della pasta da pizza o pane, arricchita con olio;

3) La versione di mia madre prevede l’uso della brisée con aggiunta di pepe e cannella.

4) Della scarola vanno usate solo le foglie verdi (nerastre) esterne. La parte bianca fatela in insalata.

 

Ripieno: almeno 3 cespi di scarola – 100 g di olive nere – 3 o 4 cucchiai di capperi – 3 cucchiai di uva passa e 3 di pinoli – 2 acciughe dissalate – aglio – olio d’oliva e.v. – sale – pepe

 

Per prima cosa, impastate. 😀 Ricordate: o pasta per pizza, o pasta frolla, oppure brisée con l’aggiunta di pepe e cannella. Le ricette le troverete in questa sezione… o seguite la vostra ricetta.

Lavate le scarole, fatele lessare in poca acqua salata e poi strizzatele delicatamente.

Fate soffriggere l’aglio nell’olio, metteteci le acciughe, i pinoli e poi la scarola, le olive e l’uva passa. Fate cuocere per circa 20 minuti a fuoco medio. Prima di spegnere, aggiustate di sale e aggiungete del pepe macinato al momento.

Stendete metà della pasta con le mani in una teglia unta. Versatevi le scarole e coprire con l’altra metà della pasta ben stesa. Se avete usato la pasta da pizza, spennellatela d’olio, bucherellatela con la forchetta e infornate per circa mezz’ora.

 

O con pasta di pane “arricchita”

 

Lascia un commento