Marmellata di cipolle

By | 30 giugno 2003

Allora, la premessa è che io non conservo le marmellate. Ho le mie fobie, quindi le faccio e le mangio a breve termine, conservandole in frigorifero.  

Questa l’ho fatta così: avevo tagliato a fettine cipolle in quantità industriale. Avevo messo in un tegame (di quelli d’acciaio a fondo doppio) del burro e un paio di chiodi di garofano. Ho versato le cipolle, ho chiuso col coperchio e ho fatto cuocere un po’ a fuoco basso, in modo che le cipolle tirassero fuori il liquido. Poi ho scoperchiato e fatto asciugare. Ho messo un pugno d’uvetta, 3 o 4 cucchiai colmi di zucchero, sale , pepe e ho fatto soffriggere. Poi ho aggiunto vino rosso a più riprese, facendo ogni volta asciugare completamente il liquido.

N.B. Mentre fai questo casino con le cipolle… metti sul fuoco dell’acqua con fondi di caffè e bucce di limone o di arancia. Eviterai di appestare casa.

Lascia un commento