Polpette 1

By | 30 giugno 2003

carne trita mista: maiale vitello e manzo, oppure manzo e salsiccia, o manzo e maiale, o vitello e maiale, o pollo e salsiccia (la carne di maiale o la salsiccia sono necessari perchè mantengono le polpette morbide): qualche fetta di pancarrè ammollata nel latte, noce moscata, pepe, parmigiano o pecorino, uova intere.

Faccio delle pallocche con le mani bagnate di vino bianco o umide di acqua, palline piccole, grandi quanto una noce, passo nel solo pangrattato e friggo in olio di oliva, oppure passo nella farina e cuocio come le scaloppine (al vino o al limone). Non devono cuocere troppo se non diventano stoppose.

A questa ricetta base applico varianti: fontina tritata nell’impasto (in questo caso possono cuocere in forno a 200 per 15 minuti), erbe varie, sempre nell’impasto, patata al posto del pane ammollato, ricotta al posto del pane ammollato, olive nell’impasto.
Ogni tanto le faccio al sugo, in due modi 1. dopo averle fritte le ripasso nel sugo, 2. le cuocio direttamente nel sugo, magari insieme ad una costina di maiale, poi il sugo lo uso per condire la pasta.

versione b)
Carni cotte, avanzi di arrosto o di lesso, ma di solito, la carne che uso per fare il brodo.
Frullo insieme alle verdure che ho lessato per il brodo, carote, cipolle, sedano, aggiungo un poco di mortadella, se c’è, oppure un po’ di salsiccia, ma posso anche non aggiungere nulla, poi metto parmigiano, uovo e pangrattato fino ad ottenere la giusta consistenza. Ogni tanto metto nell’impasto il prezzemolo.

Passo nel pangrattato e formo delle polpette un po’ schiacciate, i mondeghili, che friggo in abbondante olio.

Lascia un commento