Torta degli Ebrei

By | 30 giugno 2003

Di Chiara
Ingredienti: (dosi per 4 persone) – 350 gr. di farina – 100 gr. di burro – 70 gr. di strutto -120 g di parmigiano-reggiano – 10 g di sale –


Sul tagliere, per circa 30 minuti, mescolate farina, sale e acqua sino a renderli un panetto morbido. Formate una palla e lasciate riposare l’impasto in una terrina coperta da un canovaccio per 30 minuti.

Nel frattempo, amalgamate a bagnomaria o a fuoco molto basso i 2/3 del burro e lo strutto sino ad ottenere una salsa molto fluida.

Dividete la pasta in sei pezzi, lavorate ancora il primo e tiratelo sino ad una sfoglia rettangolare molto
sottile. Ungetela con 1/6 della manteca di burro e strutto. Ripetete l’operazione con gli altri cinque pezzi di pasta, sovrapponendo e ungendo via via le sfoglie, senza dimenticare di ungere l’ultima anche in
superficie.

Il grosso timballo va piegato in tre parti, ripiegando all’interno quelle laterali. Riponetelo in frigorifero per 20 minuti, poi rimettetelo sul tagliere.

Riprendete a lavorarlo col matterello e riducetelo
ad una sfoglia alta 1/2 cm., larga come la tortiera che avete a disposizione, ma lunga il triplo. Usate l’avvertenza di lasciare verso l’alto la parte ripiegata per ultima e non voltare mai la pasta.

Imburrate
la tortiera e foderatela con 1/3 della sfoglia. Deponetevi 1/2 del parmigiano-reggiano tagliato a fette molto sottili con l’attrezzo per affettare i tartufi e spruzzatelo con un po’ d’acqua. Ricoprite questo strato con la seconda sfoglia, mettete ancora parmigiano e acqua, poi posate
la terza sfoglia saldando bene la pasta ai bordi della tortiera.

Incidete la sfogliata in superficie con la punta di un coltello in modo da formare dei rombi o dei quadrati di circa 5 cm. di lato, poi infiocchettate con del
burro. Fate cuocere al forno (200°) sinchè la pasta non ha preso un bel colore rosato, poi servite la torta molto calda.

Lascia un commento