Fettuccelle con pescatrice e tracce di astice

By | 30 giugno 2003

Ingredienti: fettuccelle – pescatrice – astice – pomodorini -vino bianco – olio e.v. – scalogno – aglio – peperoncino – prezzemolo – pepe rosa

Da un aglio intero, con un fine lavoro di ripulitura, cesellando e scavando, ho ricavato due frammenti, che ho unito in una larga padella a dello scalogno finemente tritato con un magico coltello di ceramica (ah, l’invidia!).

Il tutto è stato fatto appassire lentamente. Poi, i frammenti d’aglio sono stati gettati via. Nel frattempo, la sguattera aspirante aiuto-cuoco ha pulito la pescatrice e tagliato a quadrotti (troppo grossi) i filetti.
Sono stati messi a soffriggere nella padella, con l’aggiunta di un pezzettino di peperoncino ripulito dai semi.

Ho aggiunto il vino bianco e ho lasciato cuocere il tutto per un paio di minuti. Nel frattempo, dei bellissimi pomodorini, una sorta di micro san Marzano, erano stati tagliati a pezzetti e destinati ad altro scopo. Me ne sono appropriata e li ho aggiunti. Sono anche stata rimproverata, ma il mio ringhio di risposta ha zittito le proteste e fatto sparire i gatti a tempo indeterminato.
Nel frattempo ho litigato con l’aspirante sguattera perchè, per sei etti di pasta, aveva messo sul fuoco circa un bicchiere d’acqua. Le fettuccelle erano però di ottima marca e di pregevole consistenza e sapore. A proposito… qual era la marca?
Ah, sì… il sugo!
Sale, macinata di pepe rosa e manciata di prezzemolo finale, quando le fettuccelle sono state saltate in padella.
Tutto qui.

Come avrei voluto cucinarle, in origine? Uguali, solo col brandy al posto del vino e col cerfoglio al posto del prezzemolo… ma la ricetta realizzata è una delle più classiche (alle mie latitudini) per i sughi di pesce.

Ah… dimenticavo! Mentre azzannavo dei pezzi d’astice, ne ho aggiunto qualcuno al sugo.

Lascia un commento