Carciofi alla romana

By | 30 giugno 2003

 

Carciofi – aglio – olio d’oliva e.v. – mentuccia – prezzemolo – aglio – sale – pepe

Pulite i carciofi a rosetta, eliminanto la punta e le foglie esterne. Mano a mano che li pulite, metteteli in acqua acidulata con limone.

Allargate il centro e riempite ogni carciofo del trito abbondante di erbe, con un po’ di sale e pepe. Ci andrebbe anche un trito d’aglio, ma io preferisco evitare e mettere uno spicchio diviso in due nel tegame. Mettete l’olio abbondante (alto più di due dita dal fondo della pentola) in un tegame che si possa chiudere ermeticamente, i carciodi capovolti, i gambi puliti e tagliati, mezzo bicchiere d’acqua. Chiudete la pentola e mettete a fuoco dolce fino a  cottura, senza mai scoperchiare.

A volte, preferisco tagliare i carciofi a pezzi, dopo averli puliti. E’ più veloce e si insaporiscono meglio. Mettere sempre circa mezzo bicchiere abbondante d’olio in un tegame che abbia il coperchio che chiude ermeticamente. Metto l’aglio (io intero, voi fate come volete), i carciofi tagliati a spicchi non sottilissimi, tantissimo prezzemolo tritato, abbondantissima mentuccia tritata – sale, pepe e mezzo bicchiere d’acqua. Chiudo la pentola e lascio cuocere a fuoco dolce, resistendo alla tentazione di scoperchiare.

In entrambi i casi, limitarsi a scuotere la pentola ogni tanto. NON SCOPRIRE MAI. Ci vuole circa mezz’ora. Ottimo contorno ma, frullando qualche pezzo di carciofo e utilizzando l’olio della cottura, ottimo anche per condirci la pasta (diluire con un po’ dell’acqua di cottura)

Lascia un commento